WorldPass - Torino - Il comparto orafo piemontese incontra 60 operatori stranieri

Vai al menu principale- Vai ai contenuti della pagina[0] Home[H]

Chi siamo | Contatti | FAQ | Mappa | RSS
LOGIN
Home Page
Facebook





12345
Giovedì, 23 Ottobre 2014 NEWS
  
Invia email
Torino - Il comparto orafo piemontese incontra 60 operatori stranieri

Europa, Sud America, Paesi del Golfo sono le aree di provenienza di circa 60 operatori presenti in Piemonte dal 25 al 27 ottobre in occasione di Valenza Gioielli: per loro un programma di appuntamenti con oltre 40 aziende piemontesi del settore della gioielleria, finalizzati a valutare possibili opportunità di business.
L’iniziativa rientra in Piemonte Gold Excellences, Progetto Integrato di Filiera (PIF) teso allo sviluppo internazionale del comparto orafo piemontese, gestito dal Centro Estero per l’Internazionalizzazione (Ceipiemonte) su incarico di Regione  Piemonte, Unioncamere Piemonte e delle Camere di commercio di Piemonte e Valle d’Aosta.
Gli ospiti stranieri sono principalmente retailer, distributori e importatori interessati in particolare alla gioielleria d’alta gamma per lo sviluppo di collaborazioni commerciali orientate alla stagione natalizia e ai mesi successivi. Fra i Paesi di provenienza più interessanti: Kazakistan, Russia, Emirati Arabi Uniti, ma anche Brasile, Bolivia e Venezuela.
La delegazione incontrerà gli espositori di Valenza Gioielli il 25 e 26 ottobre mentre il 27 si sposterà ad Alessandria dove, grazie all’ospitalità della locale Camera di Commercio, a Palazzo Monferrato proseguirà il programma di incontri con altre aziende piemontesi da loro selezionate. L’iniziativa amplia quindi i confini di Valenza Gioielli e include aziende che non vi partecipano come espositori, seguendo un format iniziato lo scorso anno che si discosta dal tradizionale modello fieristico, configurandosi come momento rivolto esclusivamente al trade.  "Il buon numero di operatori stranieri presenti in Piemonte per questo appuntamento - sottolinea l'assessore regionale alle Attività produttive, Giuseppina De Santis - rappresenta un'utile occasione per il consolidamento di rapporti già avviati e per rilanciare nuove strategie di business delle nostre aziende oltre confine. Per rimettere in moto meccanismi di crescita non si può prescindere dal fatto che il sistema delle imprese riprenda a produrre e certamente le opportunità del mercato estero, in questo particolare momento, sono le più solide ".  
“L’arte orafa valenzana - sottolinea il Presidente della Camera di Commercio di Alessandria Gian Paolo Coscia - per tradizione e valore rappresenta un’eccellenza riconosciuta a livello internazionale. Anche quest’anno la fiera offre un’ulteriore occasione affinché le nostre aziende possano mostrarsi sul palcoscenico mondiale. La Camera di Commercio di Alessandria tradizionalmente sostiene in varie forme questo settore nevralgico per l’economia del nostro territorio e per l’intero comparto del made in Italy. Per questa ragione si è fortemente spesa, insieme agli altri enti, per la buona riuscita di un evento internazionale di grande rilievo”.


Fonte: Ceipiemonte